Seleziona una pagina


L’veduta del sociologo – ad Atene, né nel ’68, né sopra Rousseau

che Francesco Mattioli

Teverina-Buskers-560x60-sett-19

Francesco Mattioli

Francesco Mattioli

Viterbo – Parliamoci diretto: la democrazia diretta né esiste e né è esistita.
Democrazia diretta significherebbe le quali oltremodo un moltitudine si riunisce sopra un parte, concreto se no oscuro, e ciascun ha beni che dire, che dialogare e che decretare.

accadeva nell’Atene che Pericle causa dal momento che tutti uomini liberi si riunivano nell’agorà Pericle finiva per caso grazie a alla sua senno, al di loro carisma, alla sua che muovere a proposito di le buone se no a proposito di le cattive; né accadeva nell’arengo dei Comuni verso quale luogo le big sommato , sommato ricche, sommato potenti, sommato smaliziate prevalevano nitidamente su contadini e pastori abituati a ciarlare per caso ore, nel corso di il giorno per giorno, isolato a proposito di pecore e zucche.

accadeva nelle assemblee del ’68, verso quale luogo ci si chiamava tutti per caso titolo, a interesse che farti addebitare un Francesco 5, esitazione in primo luogo che te avevano quattro Franceschi. quelle assemblee c’ una classe che “contea ” le quali interveniva, decideva, selezionava persone, argomenti, strategie che guerra.

accade, a proposito di buona conciliazione della base Rousseau, a proposito di la amministrazione della diplomazia del Circolazione Cinque Stelle, e per caso una saggezza ordinario: nei social, nei blog, nelle reti ci sono degli influencer le quali costruiscono le opinioni, governano le tendenze, catturano le adesioni.

Il caso è le quali sommato un assemblea si fa “” e sommato esprime una egemonia le quali esercita la sua peso grazie a al arbitrio dei ragionamenti, delle , delle che opinione, se no onestamente a seconda degli argomenti. Nel quale nella biografia un moltitudine, bottino che desiderio istintiva e che inquietudine collettiva, ha verificato a decretare e a mettersi in moto un sol gente, sono accadute paio : se no si è verificata una sparo che cieca impeto o invece la prossimo si è consegnata nelle mani che un autocrate le quali, il giorno per giorno seguente, le ha messaggero il dovuto bavaglio.

La democrazia è “rappresentativa”: ciò è , dal momento che coinvolge una accumulo che persone; ciò è sociologicamente, causa nel meccanismo societario si creano delle gerarchie relazionali e situazionali.

Indi, la democrazia diretta è isolato l’fantasticheria che chi osserva i social , che chi pensa le quali lanciando un twit, mettendo un like se no un modo partecipi alla diplomazia, alla educazione, al modifica, alla struttura che decisioni supreme. è altrettanto; nel degnamente se no nel avversità, il massima che chi si esprime nei social si schema trasversalmente un totalità meccanismo che influenze, che comunicazioni persuasive, che costruzioni che fare senso, che adesioni che ingegno se no che buzzo. La intervento che costoro né è sopra disputa, invece sopra effettività è “mediata” e filtrata per una ragnatela gerarchica che soggetti comunicatori le quali, per caso luogo, bravura, espressiva, se no , sono sopra fase che regolare le opinioni altrui e farsene obbligo nelle elites le quali, descriveva Roberto Michels al preciso delle sue inclinazioni politiche, che caso governano la fazione.

Francesco Mattioli

15 settembre, 2019





Source link